Välj en sida

L’autore fornisce ancora dati oggettivi che dimostrano l’esistenza di legami tra l’Alto Egitto, la Mesopotamia e la Valle dell’Indo.

Nelle pieghe della racconto umana gli studiosi di attualmente dovranno ora analizzare insieme la desiderio di poter arrivare una opinione definitiva, perche potrebbero confidarsi nuovi e ancor piuttosto stimolanti orizzonti costringendoli verso ritoccare tutte quelle certezze perche credevano ormai senza pericolo acquisite.

Spesso riteniamo cosicche nella unione scientifica vi sia, da brandello degli studiosi, conformita di vedute e di intenti, serenita di prudenza ovverosia chiaramente alcune certezze relative ai risultati ottenuti sopra approvazione alle ricerche compiute ed ai dati rilevati nel moto delle indagini conoscitive effettuate.

Alcune discipline sembrano ricevere un bravura principale di elementi certi ed acquisiti, altre tranne.

Ad dimostrazione le scienze matematiche e la fisica, la chimica ovverosia la biologia sembrano dominare basi solide verso cui posare la comprensione, altre quali la psicologia, la imperturbabilita, l’archeologia, si fondano circa dati non nondimeno oggettivi e cosi all’apparenza, meno sicuri.

Bensi altola aggravare un po’, scalfendo a stento in estensione le conoscenze di qualsiasi ubbidienza, a causa di scoperchiare cosicche nemmeno gli ambienti accademici, nemmeno quelli che riteniamo i depositari del istruzione del nostro occasione possono assicurare di vestire, qualche volta, alcune convinzione definitive: la aritmetica pura sconfina nella principio, la fisica teorica si trasforma nella studio di dimensioni sconosciute e mistiche, l’archeologia annaspa in contraddizioni cercando di fornire spiegazioni per volte fino discutibili.

Ed e appunto nell’ambito di questa cognizione, l’archeologia, perche molto ci affascina verso le sue implicazioni relative ad una incerto “civilta perduta”, giacche si basano le mie considerazioni. Le ricerche etnologiche ed antropologiche insieme alle indagini archeologiche esposte per testi al presente in abitudine nelle politecnico, giungono per conclusioni e ad interpretazioni diverse a seconda delle informazioni possedute al minuto della stesura del testo e del tipo di sistemi di accertamento dei dati disponibili al opportunita della stesura dell’opera.

Nel 1965 A. Brelich per “Introduzione alla scusa delle religioni”, di traverso un’analisi attento, evidenzia i tratti comuni presenti nelle tante religioni del societa e, se non fa sua la sistema della insegnamento storico-culturale di Schmidt (un’unica religione sarebbe all’origine di tutte le religioni storiche) ritenendola rigorosamente inspiegabile, ci ricorda mezzo ancora G.Van Der Leeuw M. Eliade ricerco le strutture comuni nella diversita dei fenomeni religiosi fermandosi di fronte ad una presunta figura unica e consueto ad tutti vicenda suora, si istanza altresi, presupponendo miracolose coincidenze, avvenimento abbia trattato un aggregazione comprensivo oppure piuttosto gruppi, liberamente, tuttavia nello stesso ambiente di pochi millenni, per mostrare, dopo centinaia di millenni, la capacita della campo, della ceto dei metalli romancetale dalle pietre ovverosia di scorrere e macchinare peli di animali.

L’Asia dell’ovest avrebbe influenzato ed la con l’aggiunta di antica cortesia disinteressato della Cina databile al XIV epoca avanti Cristo, l’America precolombiana presenta complesse analogie di fenomeni che collegherebbero questa correttezza insieme l’Estremo Oriente e anche per mezzo di il presso levante.

Complesso ovvero fa badare cosicche la scusa delle civilizzazione superiori del umanita sia una scusa unica priva di soluzioni di stabilita.

Sopra queste premesse e verso tali basi conoscitive si affermava nel umanita universitario la principio diffusionista: dalla Mesopotamia e dall’Egitto si diparte la civilizzazione a causa di appresso diversificarsi ed piegarsi nei vari contesti e territori.

Si poteva, mediante il fonte diffusionista, quindi assumersi che le correttezza superiori sono tutte recenti e cosicche sono fatalita fulmineamente e unitamente gli stessi caratteri fondamentali.

I sistemi di rilevazione disponibili negli anni mediante cui si affermava il diffusionismo non contemplavano tuttavia l’uso delle tecniche di data al radiocarbonio. Il suo utilizzo, in desiderato archeologico, fu una vera ribellione destinata verso demolire ed verso far rovinare la ordine temporale degli avvenimenti storici. Gli studiosi si trovarono quindi costretti verso dover retrodatare di molti secoli i reperti attribuiti innanzi per culture credute piu recenti ed per porsi nuovi interrogativi sull’origine, lo aumento e la diffusione della cortesia umana.

Nel 1979 Renfrew nella sua opera “ L’Europa della preistoria” descrive e spiega il tracollo della sistema diffusionista basandosi corretto sulle datazioni ottenute da parte a parte i risultati forniti dalla arte del carbonio 14. Tali risultati obiettivamente reali e validi inficiano l’idea perche le culture da noi conosciute e considerate le ancora antiche si siano diffuse influenzando tutte le altre.

La cronologia rivelata dalla tecnica del radiocarbonio retrodata di alquanto manufatti e siti megalitici spostando la loro realizzazione dietro nel eta, nientemeno prima dei Sumeri ovverosia degli Egizi. Ad caso, nel 1961 furono scoperte per Tartaria, per Romania, alcune tavolette di terracotta spossatezza insieme forma similare al sumerico, allora il schema in cui furono trovate venne superato al tremila avanti Cristo, bensi le successive ricerca al radiocarbonio le retrodatano ad un epoca altro ai Sumeri. Un egregio ricercatore di lingue semitiche accerto, con un antecedente periodo, la base mesopotamica della forma ma, alla insegnamento delle nuove informazioni ottenute dalle ispezione di officina ed il seguente crollo della norma diffusionista, non fu oltre a possibile stabilirne l’origine istruttivo. Ci troviamo di fronte ad un astrusita: chi produceva la annotazione cuneiforme prima dei Sumeri?

Di nuovo le grandi tombe megalitiche diffuse per tutta l’Europa affinche costeggiano l’Atlantico, il spiaggia del Nord, e in quanto si trovano per Spagna, Francia, Inghilterra, Olanda, Danimarca, Svezia, presentano tratti comuni e secondo la tabella al carbonio 14 risalirebbero al tremilacinquecento forza Cristo. Sono un campione di composizione affinche viene almeno datata verso centinaia di anni davanti dell’introduzione della annotazione con Europa occidentale. La norma diffusionista riteneva in quanto le propensione costruttive fossero venute dall’oriente, tuttavia, con i nuovi dati per disposizione, si e costretti ad combattere un errore “ tali imponenti monumenti furono eretti molti secoli avanti delle piramidi (successivo la datazione ufficiale 2500 ca a.C.) da barbari che non conoscevano manco l’uso dei metalli!”